La terapia conservativa è quella branca dell’Odontoiatria restaurativa che si occupa di prevenire e curare le lesioni dentali sia congenite (elementi conoidi, discromie) che acquisite (carie-traumi).
Oggi le tecniche di restauro con oro e amalgama d’argento sono state del tutto accantonate, per dare spazio a ricostruzioni con materiali come resine composite e ceramica, totalmente atossici e con risultati estetici molto più elevati.